giovedì 25 giugno 2015

Pranzi Colorati - Quiche con Pomodorini e Verdure or Tomato and Mixed Veggies Quiche


Scroll Down for English Version

Non c'è niente di meglio che preparare il pranzo in anticipo.
In questo caso ho fatto una torta salata utilizzando le verdure che avevo a disposizione, della pasta brisée fatta in casa e  una crema di uova e panna fresca. Che meraviglia!
Ottima per pranzo, accompagnata da una fresca insalata, facile da trasportare, va da sé che è una portata perfetta per un picnic o per un delizioso pranzo in ufficio seguita da una macedonia di frutta.
Ecco come ho fatto.
  • Per la pasta brisée:
  • 250 g di farina 0
  • 125 g di burro freddo tagliato a cubetti
  • acqua fredda
  • sale
Per il ripieno
  • 1 manciata di fagiolini
  • 1 zucchino
  • 1/2 peperone rosso
  • 2 cipollotti
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
  • qualche pomodoro ciliegino
  • erbe di Provenza
  • 4 uova
  • 100 ml di panna fresca
  • sale
  • pepe 
Preparate la pasta brisée mettendo la farina, il burro, un pizzico abbondante di sale nella ciotola di un mixer. Azionate a impulsi fino a che il composto diventa granuloso, come briciole di pane. A questo punto aggiungete circa un cucchiaio di acqua ben fredda e azionate ancora fino a che l'impasto comincerà a compattarsi. Raccoglietelo in un foglio di pellicola per alimenti, schiacciatelo fino a formare un disco e mettetelo in frigo per almeno un'ora.
Tagliate lo zucchino e il peperone a listarelle e i cipollotti a fette e rosolateli nell'olio fino a che diventano appena morbidi. Conditeli con poco sale, pepe e le erbe di Provenza.
Sbollentate i fagiolini per qualche minuto,  sciacquateli in acqua fredda per fermare la cottura poi scolateli bene.
In una ciotola mescolate le uova, con la panna, una presa di sale e un po' di pepe nero macinato fresco.
Accendete il forno a 180°C.
Stendete la pasta brisée fra due fogli di carta da forno leggermente infarinati.
Disponete a pasta brisée, con sotto uno dei fogli di carta da forno, in una teglia a cerniera.
Con una forchetta bucate la base della sfoglia e poi versateci sopra le verdure saltate e i fagiolini.
Versate sopra il mix di uova e panna e infine disponete sulla superficie della quiche i pomodorini.
Infornate per circa 40 minuti o fino a che la superficie della torta sarà ferma al tatto.
Sfornate e fate freddare su una griglia prima di sformare e servire.

English Version

There is nothing better than making a meal in advance.
In this case I made a savoury tart using the vegetables I had available, homemade shortcrust pastry, and a velvety mixture of eggs and fresh cream. How wonderful!
This tart is excellent for lunch, served with a fresh salad, easy to carry, it goes without saying that it is a perfect picnic staple, and it makes a delicious lunchbox meal when followed by a nice fruit salad.
Here's how I made it.
For the shortcrust pastry:
  • 250 g 0 or all-purpose flour
  • 125g cold butter, diced
  • cold water
  • salt
For the filling:
  • 1 handful of green beans
  • 1 courgette
  • 1/2 red pepper
  • 2 spring onions
  • 1 tablespoon extra virgin olive oil
  • a few cherry tomatoes
  • herbs de Provence
  • 4 eggs
  • 100 ml fresh cream
  • salt
  • pepper
Make the pastry by putting the flour, butter, and a generous pinch of salt in the bowl of a mixer. Pulse until the mixture looks like bread crumbs. At this point add about one tablespoon of very cold water and pulse again until the dough will come together. Put it on a sheet of plastic wrap, flatten to form a disk, cover and put it in the fridge for at least an hour.
Cut the courgette and pepper into strips and thinly slice the spring onions then stir-fry in oil until they are just soft. Season with a little salt, pepper and herbs of Provence.
Blanch the beans for a few minutes, rinse them in cold water and drain well.
In a bowl, mix the eggs with the cream, a pinch of salt and a little freshly ground black pepper.
Preheat the oven to 180°C.
Roll out the pastry between two sheets of lightly floured baking parchment.
Arrange the pastry, using one of the baking parchment sheets, in a springform pan.
Make holes on the pastry base with a fork then arrange over it the sautéed vegetables and the green beans.
Pour over the eggs and cream mixture and then arrange the tomato over on top of everything.
Bake for about 40 minutes or until the surface of the filling is firm to the touch.

Remove from the oven and let cool on a rack before serving.

lunedì 22 giugno 2015

I Suggerimenti del Lunedì - Il Wrap d'Estate or Summer Wrap


E' arrivata l'estate accompagnata da giornate calde e afose. Si ha sempre più voglia di cibi freschi e dissetanti.
Io durante i mesi estivi prediligo frutta e verdure succose e spesso, più per pigrizia che per reale mancanza di tempo, pranzo con insalatone miste, a volte aggiungo del formaggio o del pesce come tonno o salmone o ancora un classico come le uova.
Andrea ama i "wraps": tortillas ripiene di carne saltata, verdure e salse che poi arrotoliamo per contenere questo ricco ripieno. Sono uno dei suoi pranzi preferiti per l'ufficio, anche se io non glieli faccio molto spesso perché ci vuole un po' di tempo per preparare le tortillas che sono perfette per questo tipo di "involtino".
Le piadine sono buone ma poco malleabili, quindi non ci rimane che preparare da soli delle piadine alternative o tortillas integrali, o ancora delle classiche tortillas di grano. Alla fine bisogna comunque impastare e stendere, cuocere e riempiere...
E allora perché non utilizzare le foglie più coriacee di certe varietà d'insalata per sostituire le tortillas? Magari anche delle bietole, del cavolo riccio o cavolo cappuccio, tutte le verdure a foglia larga che possano essere usate come contenitore per ripieni freschi e deliziosi.
Io oggi ho usato le foglie esterne di insalata iceberg, ho aggiunto un po' di salsa messicana, dei pomodori a fette, peperoni rossi e gialli a listarelle, mozzarella, qualche foglia di basilico e erba cipollina.
Che gusto ragazzi!!!

martedì 16 giugno 2015

Arlecchinate - Pane Condito Estivo or Flavoured Summer Bread

Scroll Down for English Version

Ho visto questo pane su Pinterest e mi è subito venuta voglia di provarlo.
Forse non ve l'ho detto, ma sono una fan sfegatata di tutto ciò che ha a che fare con la creatività e Pinterest, questo gran calderone di idee, è il mio Paese dei Balocchi! Lo consulto se devo fare qualche modifica a un vestito, se voglio incartare un regalo in maniera carina o quando voglio qualche consiglio su come coltivare e far crescere bene erbe aromatiche e piante. E' lì per stupirmi e ispirarmi e naturalmente è fonte inesauribile di spunti per cucinare cose nuove come questo pane.
Ho modificato la ricetta data perché prevedeva "mozzarella" americana che non è umida come la nostra, è un blocco di formaggio che grattugiano e quindi ho usato un formaggio olandese a pasta semidura. Ho diminuito la quantità di lievito che in estate ne basta poco e ho messo meno ingredienti per il "ripieno" che poi ripieno non è, perché son tutti mescolati nell'impasto. Ho usato della spianata piccante tagliata a fette per dare un tocco di sapore in più ma forse ne ho usata poca perché non si sente, la prossima volta non la metto o metto del cubetti di prosciutto cotto o speck, o pancetta affumicata, vedrò l'estro del momento. Insomma alla fine questo pane è molto diverso dalla ricetta originale
Il risultato è comunque ottimo.
Un pane morbido, profumatissimo, con un'ottima consistenza, adatto ad accogliere sughi di pomodoro, o per essere farcito. Stamani ci ho fatto dei panini profumatissimi con senape, insalata e roastbeef e li ho dati a Andrea per pranzo. Stasera proverò a tostarlo per una fettunta superlativa.
Ecco gli ingredienti per una super pagnottona
  • 240 g di farina 1, più un po' per il piano di lavoro
  • 200 g di farina 2
  • 360 ml di acqua tiepida
  • 1 cucchiaino di lievito di birra disidratato
  • 2 cucchiaini di sale Maldon
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna chiaro
Per il condimento:
  • 2 manciate di parmigiano grattugiato
  • 1 cipollotto
  • 1/2 peperone piccolo giallo
  • 1/2 peperone piccolo rosso
  • una manciata di olive verdi
  • qualche fetta di spianata piccante calabra, non utilizzare se si vuole una versione vegetariana di questo pane
  • 200 grammi di formaggio tipo Emmentaler o fontina, grattugiato 
Lavate le verdure e tagliatele a dadini insieme al resto degli ingredienti per il condimento.
Mettete il lievito in una ciotola capiente, aggiungete lo zucchero e versateci sopra l'acqua. Mescolate e lasciate riposare per circa 5 minuti.
Aggiungete le farine, il sale e mescolate bene con un cucchiaio di legno. L'impasto sarà molto appiccicoso.
Aggiungete il condimento, il parmigiano e mescolate bene per amalgamare gli ingredienti.
Coprite la ciotola e fate lievitare a temperatura ambiente per 1 ora e poi in frigo per un'altra ora.
Passato questo tempo togliete l'impasto dal frigo e scaldate il forno a 230°C  con una pietra refrattaria se l'avete.
Infarinate il piano di lavoro e versateci sopra l'impasto. con le mani infarinate piegate l'impasto su se stesso per qualche volta poi schiacciatelo per formare un rettangolo.
Cospargete la superficie con il formaggio grattugiato e chiudete la pasta di pane sopra il formaggio formando un pane lungo e stretto. Chiudete bene lungo la piegatura.
Quando il forno sarà caldo cuocete per circa 30-40 minuti.
Sfornate e fate intiepidire su una griglia prima di servire.

English Version

I saw this bread on Pinterest a while ago and I so wanted to try it.
I don’t know if I told you before, but I'm a big fan of creativity and Pinterest, this great cauldron full of ideas, is my toyland! I check it if I have to make some alterations to a dress, if I want to wrap a gift in a pretty way, or when I want some advice on how to grow herbs and plants. It’s there to amaze and inspire me, and of course it is an endless source of ideas for new dishes to try like this bread.
I fiddled with this recipe because one of the ingredients was American "mozzarella" that is much drier than ours, so dry it can be grated, so I used a semi-hard Dutch cheese. I also decreased the amount of yeast as in the summer it doesn’t take long for bread dough to proof, and I used less ingredients for the "filling". I used some sliced spicy salami ​​to give it a touch of heat, but maybe I didn't put enough of it as the flavour couldn't be detected in the end. Next time I might use some diced ham or bacon, or even speck, I’ll go with the spree of the moment. So in the end this bread is very different from the original recipe but the result is still very good.
A soft, fragrant bread with a great consistency, great for dunking into a bowl of tomato sauce, or to make sandwiches. This morning I've made some sandwiches using mustard, green salad leaves and slices of roast beef, and gave them to Andrea for his lunch. Tonight I'll toast it for a fantastic bruschetta.
Here are the ingredients for a super loaf.
  • 240 g flour no.1, plus a little more for shaping the dough
  • 200 g flour no. 2
  • 360 ml warm water
  • 1 teaspoon dried yeast
  • 2 teaspoons Maldon salt
  • 1 teaspoon light brown sugar
For the condiments:
  • 2 handfuls of grated Parmesan cheese
  • 1 spring onion
  • 1/2 small yellow pepper
  • 1/2 small red bell pepper
  • a handful of green olives
  • a few slices of spicy salami, do not use if you want a vegetarian bread
  • 200 grams of cheese such as Emmentaler or Fontina, grated
Wash the vegetables and dice them along with the rest of the ingredients for the condiment.
Put the yeast in a large bowl, add the sugar and pour the water. Stir and let stand for about 5 minutes.
Add flour, salt and stir well with a wooden spoon. The dough will be very sticky.
Add the condiments, Parmesan and stir well to combine ingredients.
Cover the bowl and let rise at room temperature for 1 hour and then in the refrigerator for another hour.
After this time, remove the dough from the refrigerator and heat the oven to 230°C. Heat a baking stone if you have one.
Flour a work surface and pour the dough on it, with floured hands fold the dough on itself a couple of times then flatten it to form a rectangle.
Sprinkle the surface with grated cheese and overlap the dough over cheese shaping the dough into a long and narrow bread. Tightly close along the folds.
When the oven ha come to the right temperature bake for about 30-40 minutes.
Remove from the oven and allow to cool on a wire rack before serving.


venerdì 12 giugno 2015

Esperimenti - Panna Cotta con Agar Agar or Agar Agar Panna Cotta

Scroll Down for English Version

Finalmente mi sono fatta coraggio e ho provato nuovamente a fare la panna cotta utilizzando l'agar agar. Ci avevo provato una volta, tempo fa e il risultato era stato disastroso perché avevo usato troppa agar agar. Era uscito fuori un blob gommoso e immangiabile una cosa veramente tremenda che mi aveva lasciata sconsolata e delusa. Ma visto che non mi do mai per vinta alla prima sconfitta ho aspettato che il ricordo del flop si affievolisse e mi sono rimessa all'opera.
La panna cotta stavolta si è rivelata decisamente migliore, dal sapore delizioso, la consistenza un attimo troppo morbida forse, ma mi ero preparata e l'ho messa in coppe trasparenti pronta per essere servita senza doverla sformare.
I fatto è che non riesco a dosare l'agar agar come si deve, io l'ho comprata in erboristeria un tanto all'etto, e non è in pratiche bustine da 1.5 g che sono perfette per dosaggi così minuscoli.
Ho provato con mezzo cucchiaino, di quelli che si usano per misurare in cucina, per essere il più precisa possibile, forse ne servivano 3/4 per ottenere la giusta consistenza, o forse avrei dovuto usare solo panna e niente latte. Ho letto tante ricette, le ho studiate e poi sono uscita con questa mia versione.
Servita con ottime fragole di stagione è stata comunque spazzolata con gran gusto da me e da Andrea.
A meno che compri un bilancino da orafo, e non credo proprio che lo farò, continuerò ad andare per tentativi con il mio cucchiaino e vedrò di trovare la ricetta perfetta.
Per 4 porzioni
  • 500 ml di panna
  • 250 ml di latte
  • 1/2 cucchiaino di agar agar
  • 1 bacca di vaniglia
80-100 g di zucchero semolato
Incidete per il lungo la bacca di vaniglia, grattate via i semini con la lama di un coltello e metteteli in una pentola insieme alla bacca e alla panna. Mettete a scaldare a fuoco basso. 
In un altro pentolino scaldate il latte con lo zucchero e l'agar agar, poi unite alla panna dopo aver tolto la bacca di vaniglia.
Cuocete per circa 5 minuti senza far prendere il bollore, versate subito negli stampi e mettere in frigo immediatamente.
Fate freddare in frigo per almeno un paio d'ore e servite con frutta di stagione o al naturale.


English Version

I finally got the audacity, once again, to try and make panna cotta using agar agar. I tried before, long time ago, and the result was disastrous because I used too much agar agar. It came out as an inedible rubbery blob, something really awful that left me annoyed and disappointed. As I never give up, I waited for the memory to fade and went back to work on it.
The outcome this time has been much better, the panna cotta tastes delicious, and even if the texture was a bit on the runny side it held its shape. I thought it would come out a bit runny so I put my panna cotta in glass serving cups in order to avoid unmoulding it.
The fact is that I can’t measure out the agar agar accurately, I bought it loose in a whole food shop, and the fact that it is not divided into practical 1.5 g sachets makes the measuring quite impossible for tiny amounts. I tried with half a teaspoon, using one of those measuring ones, to be as accurate as possible, perhaps next time I’ll use 3/4 teaspoon to get the right consistency, or maybe I should only use cream and no milk. I read so many recipes, I studied and then I tried with my version.
I served it with excellent strawberries, now in season, and it was scoffed down by Andrea and my good self.
Unless I buy a goldsmith scale, and I do not think I will, I will keep on going by trial and error with my measuring spoons to try and find the perfect recipe.
4 servings
  • 500 ml fresh cream
  • 250 ml milk
  • 1/2 teaspoon of agar agar
  • 1 vanilla pod
  • 80-100 g of granulated sugar
Cut the vanilla pod lengthwise, scrape away the seeds with a knife and put them in a pot along with the pod and the cream. Warm over low heat.
In another saucepan, heat the milk with sugar and agar agar, then add to the cream after having removed the vanilla pod.
Cook for about 5 minutes without bring to a boil, pour immediately into molds and refrigerate straightaway.
Let cool in refrigerator for at least a couple of hours and serve with seasonal fruit or on its own.

martedì 9 giugno 2015

Dolcezze estive - Torta di Ciliegie e Fragole or Cherry and Strawberry Cake

Scroll Down for English Version

Prima che spariscano dai banchi del mercato, che la loro stagione è breve, ecco una ricetta che si addolcisce con i frutti rossi della primavera: fragole e ciliegie!
Questa torta semplice è deliziosa così com'è e non ha bisogno di creme, coperture, o accompagnamenti, il sapore della frutta matura la renderà unica, adatta per una merenda, facilmente trasportabile per un picnic, farà felici grandi e piccini.  

Ingredienti:
  • 250 g di ciliegie 
  • 250 g di fragole
  • 3 uova
  • 200 g di farina
  • 120 g di burro fuso
  • 120 g di zucchero
  • 1 bustina di lievito in polvere

Riscaldate il forno a 200°C.
Spennellate con poco burro fuso una tortiera di 22 cm di diametro e infarinatela oppure usate della carta da forno bagnata e poi spennellatela con il burro.
Lavate e asciugate le ciliegie e le fragole, dividetele a metà e denocciolate le ciliegie.
In una ciotola capiente mescolate la farina setacciata con il lievito, lo zucchero, le uova e il burro fuso amalgamando bene gli ingredienti. Incorporatevi la frutta e  versate il composto nella tortiera, livellandolo con una spatola.
Infornate per 40 minuti circa.
Fate freddare la torta su una griglia prima di servire.

English Version
Here is a cake enriched with the most loved spring red fruits: strawberries and cherries. Let’s make it before they disappear from the market stalls, as they are in season for a short period of time. This cake is delicious as it is, it doesn’t need custard or frosting or any other trimmings, the ripe fruit flavour will make it unique, suitable for a snack, it can be easily carried for a picnic, and it will be everybody's delight.

Ingredients:

  • 250 g cherries
  • 250 g strawberries
  • 3 eggs
  • 200 g all-purpose flour
  • 120 g butter, melted
  • 120 g caster sugar
  • 1 tablespoon baking powder
Preheat the oven to 200°C.
Brush a 22 cm round cake tin with a little melted butter and flour it or use wet baking parchment and then brush it with some of the melted butter.
Wash and dry the cherries and strawberries, cut them in half and pit the cherries.
In a large bowl mix the flour with the baking powder, sugar, eggs and melted butter, mixing the ingredients well. Stir in the fruit and pour the mixture into the tin, leveling it with a spatula.
Bake for about 40 minutes.
Let cool the cake on a wire rack before serving.

venerdì 5 giugno 2015

Giallo Come il Sole - Spaghetti al Curry con Porri e Uovo Mimosa or Curry Spaghetti with Leek and Crumbled Egg Yolk


Scroll Down for English Version
Adoro aggiungere spezie e sapori forti a piatti altrimenti delicati. Una sferzata di colore e di gusto trasformano un semplice piatto di pasta in un'esperienza da ricordare con piacere e da replicare.
Ho preparato questa pasta la prima volta tanti anni fa, quando ancora abitavamo a Milano e oggi ho pensato di riproporla e sono contenta di averlo fatto.
Un piatto rotondo, completo e saporito, di semplice realizzazione, trasforma un pranzo settimanale in una festa.

 Ingredienti per 2 persone:
  • 160 g di spaghetti
  • 1 uovo
  • 1 porro piccolo
  • 1 cucchiaino di curry
  • 1/2 cucchiaino di curcuma
  • 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
  • coriandolo fresco
  • sale
  • sale marino integrale grosso
Mettete l'uovo in una pentolina, ricopritelo d'acqua fredda e portate a ebollizione. Cuocere per 9 minuti e poi scolatelo e mettetelo in acqua fredda.
Affettate sottilmente il porro, scaldate l'olio in una padella e aggiungete il curry, la curcuma, mescolate con un cucchiaio di legno e fate soffriggere per un minuto.
Aggiungete il porro, salate e fate soffriggere per qualche minuto.
Aggiungete un goccio d'acqua e coprite. Fate cuocere a fuoco moderato fino a che il porro è morbido, circa 5-10 minuti.
Nel frattempo mettete una pentola d'acqua sul fuoco e quando bolle aggiungete il sale grosso e cuocete gli spaghetti.
Sbucciate l'uovo, togliete l'albume e passate il tuorlo attraverso un setaccio per ottenere dei piccolo granuli.
Tritate il coriandolo.
Scolate gli spaghetti al dente, versateli nella pentola con il porro e saltateli.
Servite gli spaghetti cosparsi con la mimosa di uovo e il coriandolo tritato.

English Version
I love adding spices and intense flavours to otherwise bland dishes. A burst of colour and flavour it’s all you need to transform a simple pasta dish in an memorable experience, and you’ll want to make this dish again and again.
I made this pasta for the first time many years ago when Andrea and I lived in Milan, and today I've decided to make it again. I'm glad I did.
This robust dish is a tasty and satisfying meal, easy to make, a weekday lunch turned into a party.
Serves 2:
  • 160 g spaghetti
  • 1 egg
  • 1 small leek
  • 1 tsp curry powder
  • 1/2 tsp turmeric powder
  • 2 tablespoons extra virgin olive oil
  • fresh coriander
  • fine sea salt
  • course sea salt
Put the egg in a saucepan, cover with cold water and bring to a boil. Cook for 9 minutes, drain it and let cool in cold water.
Thinly slice the leek, heat the oil in a pan and add the curry powder, turmeric, stir with a wooden spoon and fry for a minute.
Add leek, salt and sauté for a few minutes.
Add a little water and cover. Cook over medium heat until the leek is tender, about 10 minutes.
Meanwhile, bring some water to a boil in a large saucepan, add the coarse salt and cook the spaghetti.
Peel the eggs, discard the egg white and pass the yolk through a sieve in order to get obtain small granules.
Chopped the coriander.
Drain the spaghetti al dente, and sauté them with the curried leeks.
Serve the pasta sprinkled with the egg yolk and chopped coriander.

mercoledì 3 giugno 2015

Intensi Profumi - Pane di Grano Saraceno e Noci or Buckwheat and Walnut Bread Courone


Scroll Down for English Version
Ragazzi che pane!
Un profumo, una croccantezza, un aroma unico ha questo pane. La farina di grano saraceno e le noci sono un'abbinata perfetta e fanno si che questo pane sia buono anche così da solo.
Fetta dopo fetta è stato consumato con gran soddisfazione. Ottimo accompagnato a formaggi freschi o saporiti; perfetto per la prima colazione, appena tostato, un velo di burro e un filo di miele; si trasforma in gustosa bruschetta e accoglie verdure grigliate, fette di roastbeef freddo e salsa di cren.
Un pane versatile e facile da fare.
Ho preso la ricetta da un fantastico libriccino che avevo preso in libreria qualche tempo fa.
Non resisto al richiamo dei libri di cucina e meno che mai resisto al richiamo dei libri sulla panificazione.  
Ogni tanto si trovano dei libri non proprio validi, le ricette son state messe giù senza provarle probabilmente, si tratta di raccolte che hanno poco valore pratico, alla fine li uso per prendere spunto, per raffinare qualche idea. Capita che libri, anche costosi e di case editrici "di fama" siano inaccurati e le ricette siano tutte da rivedere. Altri libri invece si presentano in una veste più umile e racchiudono dei tesori. E' il caso di questo libretto che ci dona 28 ricette per fare del pane gustoso.
Ho seguito la ricetta per il pane senza lievito, il tipico Soda Bread irlandese che ho provato in passato a fare innumerevoli volte, che non mi voglio mai dare per vinta, e che non mi era mai piaciuto un granché. Ho voluto dargli un'altra occasione ed ecco che è uscita una pagnotta che sono riuscita a mangiare con grande piacere.
Già per questo il libro era un successo. Ora ho provato questa ricette perché volevo finire un po' di noci che avevo in casa e non mi sono pentita di aver passato del tempo a sgusciare e tritare questi frutti.
Due pani su due sono stati un gran successo, vediamo se ci saranno altre belle sorprese.
Ecco la ricetta, appena modificata rispetto all'originale.



Per una pagnotta
  • 450 g di farina 0
  • 50 g di farina di grano saraceno
  • 300 ml d'acqua
  • 15 g di pasta acida essiccata (Baule Volante) + 2 cucchiaini di lievito di birra disidratato*
  • 8 g di sale marino fino
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 100 g di gherigli di noci tritate grossolanamente

*Può essere sostituito con :
- 150 g di lievito madre fresco o anche 10 g di lievito di birra disidratato.

Mescolate le farine, la pasta acida essiccata e mettetele nella ciotola dell'impastatrice.
Sciogliete il lievito nell'acqua tiepida con lo zucchero e lasciate riposare per 5 minuti.
Versate l'acqua e il lievito sulla farina e azionate l'impastatrice, dopo qualche minuto aggiungete il sale.
Impastate a velocità media per 3 minuti e poi a alta velocità per altri 7 minuti.
A questo punto aggiungete le noci e incorporatele.
Prendete l'impasto ottenuto, mettetelo in una ciotola infarinata, coprite con un telo inumidito e fate lievitare per 1 ora e 1/2 in un luogo tiepido al riparo dalla corrente.
Passato questo tempo sgonfiate l'impasto dandogli una forma rettangolare, ripiegate l'impasto in due nel senso della lunghezza e ancora in due, otterrete così un pane lungo. Sigillate bene le pieghe e unite le estremità del pane per ottenere una corona.
Posizionate il pane su un foglio di carta da forno infarinato e coprite.
Fate lievitare ancora per 1 ora e 1/2 circa, poi infarinate la superficie del pane e fate delle incisioni a forma quadrata appena prima di infornare.
Mentre il pane lievita accendete il forno a 220°C con una pietra refrattaria al suo interno se l'avete. Spruzzate la superficie del pane con dell'acqua prima di chiudere il forno o versate un bicchiere di acqua in una teglia sul fondo del forno.
Cuocete per circa 30-40 minuti poi fate raffreddare su una griglia prima di servire.

English Version
What a loaf of bread!
Such a great smell, a fabulous crunch, this bread has a unique aroma. The buckwheat flour and the walnuts are a perfect match and make this bread so good it can easily be eaten on its own..
Slice after slice it was eaten with great satisfaction. It was a good pairing to fresh or mature cheeses; perfect for breakfast, lightly toasted, a thin layer of butter and a drizzle of honey; it can also be used as a base for a tasty bruschetta, it welcomes grilled vegetables, or even slices of cold roast beef with a smear of horseradish sauce.
A versatile bread that can be easily made.
I got the recipe from a great little book I bought some time ago in my favourite bookstore.
I cannot resist the lure of cookbooks, let alone books on bread making.
Every so often though, some of the cookbooks I buy aren't really valid because the recipes are put together without being tested, with little practical value, and I eventually use them just to get ideas, or to refine some ideas I already have. It happens that books, even the really expensive ones, even those published by famous publishers, are inaccurate and the recipes need a lot of tampering. Other books instead, more humble in their appearance, happen to be real treasures. It is the case of this little book, only 28 recipes for tasty bread.
I made its Irish Soda Bread, a recipe I've tried countless times before and that I never managed to get right. I gave this bread another chance, and I got a loaf of bread that I could finally eat with great pleasure.
So I tried the recipe for this courone because I wanted to use some walnuts.
Two loaves out of two were a great success, I’m curious to see if other recipes are as good as these ones.
Here is the recipe, I made tiny adjustments here and there. 
For a loaf  of bread.
  • 450 g all purpose or 0 flour
  • 50 g of buckwheat flour
  • 300 ml water
  • 15 g dried sourdough (Baule Volante) + 2 teaspoons dried yeast *
  • 8 g fine sea salt
  • 1 teaspoon sugar
  • 100 g walnuts, coarsely chopped
* Can be replaced with:
20 g fresh yeast, or 150 g fresh sourdough, or 10 g of dried yeast.
Mix the flours, dried sourdough and place in the bowl of the mixer.
Dissolve yeast in warm water with sugar and let stand for 5 minutes.
Pour the water and yeast mixture over the flour and operate the mixer, after a few minutes add the salt.
Mix at medium speed for 3 minutes and then at high speed for 7 minutes. Now add the walnuts and knead the dough to incorporate.
Take the dough from the mixer bowl, put it in a clean floured bowl, cover with a damp towel and let rise for 1 1/2 hours in a warm place far from drafts.
After this time punch the dough and shape it into a rectangular shape, fold it in two lengthwise and the again it two in order to get a long narrow shapes dough. Sealed the folds well and join the ends of the dough to get a courone.
Place the shaped dough on some baking paper dusted with flour and cover.
Let rise again for about 1 1/2 hours, then sprinkle some flour on the the surface of the bread and make some cuts in a square just before baking.
While the bread rises heat the oven to 220°C with a baking stone in it if you have one. Spray the surface of the bread with some water o pour a glass of warm water in a tray put on the oven just before closing the oven door.
Cook for about 30-40 minutes then let cool on a wire rack before serving.